Umbria: paesaggi, girasoli e tanto relax

Ti è mai capitato di dire o pensare ” O magari potessi partire e domani svegliarmi a …”, ? Prova a pensare dove vorresti essere domani per esempio 🙂 Ecco quel luogo, quella precisa destinazione, che magari hai già visto e che già conosci oppure che hai sempre sognato di vedere, non è altro che la rappresentazione mentale di una necessità fisico e/o psicologica che accusiamo in quel preciso momento.

Dopo circa due mesi di lock-down, durante i quali abbiamo vissuto o convissuto con un tipo di stress a noi fino ad ora nuovo, ovvero la paura dell’ignoto e la privazione di una libertà che appartiene in odo naturale all’essere umano, desideravo questo: pace, spazi aperti ed incontaminata natura e lo esprimetti ad un gruppo di miei amici, già collaudati come ottimi compagni di viaggio, che mi proposero di organizzare qualcosa per l’estate per conciliare gli impegni di tutti.

pace e relax

Cercavamo un posto che avesse queste caratteristiche:

  • si trovasse su un punto panoramico e fosse immerso nella natura,
  • avesse spazio e una piscina,
  • fosse vicino a qualche città o borghetto, in modo che avremmo potuto alternare l’ozio alla cultura.
  • (Fosse entro le due ore di auto e che il prezzo a notte non superasse il budget che c’eravamo prefissati 80 euro a camera doppia)

Scegliemmo dopo tanta indecisione un agriturismo nelle colline di Trestina (PG), in particolare abbiamo alloggiato presso l’Agriturismo Casa di Montone ( https://www.booking.com/hotel/it/casa-di-montone.it.html – lascio qui un recapito poiché i riferimenti in booking sono completamente errati – seppure il sito permette di eseguire correttamente la prenotazione Sebastian +39 338-6564273)

L’agriturismo è stata la risposta perfetta a tutto ciò che cercavamo: bellissima casa colonica originariamente del XVI secolo, poi restaurato negli anni ai quali è stat aggiunta una parte nuova che tuttavia richiama nello stile arte vecchia. Seppure di ordine e pulizia impeccabile, le camere riprendono lo stile tipico delle case dei contadini con travi a vista in legno in cucina e nelle camere, pavimento di pietra, letti di ferro battuto e lampadari antichi e ed originali. Dove una volta c’era la stalla dei cavalli, ora è in allestimento un piccolo ristorante che verrà ultimato entro l’anno: La colazione, a base di torte fatta in casa ci è stata servita in tavolini all’aperto con vista panoramica sulle colline umbre: un cinguettio in sottofondo che distendeva anche gli animi più agitati. Attorno all’agriturismo non c’è molto, se non la possibilità di camminare tranquillamente per la strada dove non passa davvero nessuno. Si puo camminare senza meta, con il solo gusto di ammirare interminabili campi di girasoli, campi di ulivi e frutteti, angolature diverse su colli vicini. Il silenzio e la pace in questi posti fanno da padroni ed anche il relax in piscina è stato assicurato, cosi come la bellezza di leggere un libro senza alcun rumore attorno: la sensazione poi è stata ancora più piacevole quando talvolta arrivava un leggere venticello che innescava anche un leggere fruscio di foglie.

Alla sera abbiamo deciso di spostarci a Montone a circa 10 minuti di auto: in linea d’aria pochi Km ma le strada per raggiungere il centro del paese sono abbastanza strette e tortuose e non permettono di andare troppo veloce. Montone è davvero una chicca e la cena consumata all’ Antica Osteria a base di ottime prelibatezze umbre, sembrava essere al centro di un dipinto: tutto attorno le case tipiche di uno bellissimo borgo medievale, i tavolini dei ristoranti posti in mezzo alla piazza, musica dal vivo suonato da un gruppo di suonatori e gli anziani del paese seduti nei muretto,compiaciuti nel vedere cotanta bellezza. Vicoli e vicoletti si intrecciano all’interno delle mura del borgo, e passeggiando si rimane stupiti dalla particolarità architettonica di alcune case che nascondono terrazzini nascosti e cascate di fiori. Ho provato a scattare qualche foto, ma la bellezza quando è davvero tanta, è difficile da rappresentare in uno solo scatto.

Il giorno dopo siamo partiti per una gita al Lago Trasimeno, a circa 35 minuti di auto. Ti lascio qui il link per proseguire il racconto del mio weekend di Luglio in Umbria ==> https://www.portamiinviaggio.it/2020/07/23/isola-maggiore-la-domenica-al-lago-trasimeno/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *