Lanzarote: l’ isola che sembra appartenere ad un altro pianeta

Il quartiere di Teguise visto da lontano

Il mio Viaggio a Lanzarote, svoltosi nel 2016, segnò per me, la mia prima volta alle Canarie ( la successiva fu l’anno successivo a Tenerife, https://travelblog.onedigitidea.com/2020/06/11/voglia-di-eterna-primavera-tenerife/ ). La curiosità di visitare questo arcipelago, mi era nata già anni prima, durante gli anni universitari, quando una mia compagna di corso partecipando al programma Erasmus, aveva trascorso un semestre frequentando l’università di Las Palmas. Al suo ritorno, ci aveva inebriato di racconti ambientati in giornate di sole e aperitivi al mare proprio quando in Italia, facevamo i conti con guanti e sciarpa. Per me che amo il mare, la curiosità di poter cambiare stagione in solo 4 ore di volo e a prezzi sicuramente più modici rispetto un viaggio oltre Oceano, mi fece approfittare di alcuni giorni di ferie per prenotare la mia prima vacanza “canarina”.

La prima impressione. Ricordo come fosse capitato questa mattina, la primissima impressione percepita appena si sono aperte le porte dell’aeroporto di Arrecife, capitale dell’Isola: un vento incredibile. I capelli completamente travolti da una folata che seppure tiepida mi aveva da subito infastidito: era stato questo agente, prima ancora di un raggio di sole, a darmi il benvenuto appena arrivata.

La seconda impressione (ovvero la sensazione più bella che mi ha accompagnato per tutta la vacanza e ancora porto nel cuore). Vento a parte, una volta che ho iniziato a percorrere le strade nuovissime di Lanzarote ( ps. guidare a Lanzarote è davvero facile poichè l’isola è dotata di una rete stradaria nuovissima caratterizzata da strade molto ampie e da una segnaletica molto efficiente), ciò che mi ha subito colpito sono stati i paesaggi: terra rossa di origine vulcanica che colora i paesaggi, la omaggia con contrasti grazie alle bianche abitazioni di alcuni paesini e quel mare, che ovunque tu vada e qualunque strada tu percorra lo vedi, cosi immenso e piatto, bellissimo. Lanzarote è un ‘isola dai connotati quasi extra terrestri, paesaggi marziali : cactus e palme decorano i paesaggi in un contesto che sembra essere privo di connotazioni spazio- temporali.

direzione Playa de Papagayo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *