Cosa non perdersi a Miami ( non consigli letti nelle guide ma la mia opinione personale)

Ocean Drive – tramonto a Miami

Premessa importantissima: quanto scritto in questo articolo è dettato unicamente dal mio parere personale, quello che consiglierei ai miei amici e quindi ai miei lettori davanti alla domanda “avendo a disposizione solo qualche giorno , cosa non posso perdermi?” . Non pretendo che questa mia classifica dei posti da non perdere di Miami quindi trovi tutti d’accordo.

Prima di iniziare vi ricordo che se avete in mente di partire per Miami ( o anche qualunque altra destinazione e avete voglia di lasciarvi organizzare un viaggio organizzato su misura alle vostre esigenze, vi rimando qui… https://www.portamiinviaggio.it/il-viaggio-giusto-per-te/

  • Lincoln Road: questa via è il “centro pedonale” di South Beach. Si trova in corrispondenza alla 17esima strada che taglia in trasversale la penisola e che in linea d’aria sembra essere il proseguimento della Venetian Way ovvero una delle strade che collega tramite ponti So.be con la terraferma. Io personalmente amo passeggiare lungo questa via a tutte le ore: qui non possono passare automobili e le bici devono essere condotte a mano. Qui vi sono grandi negozi di alcuni fra i più noti marchi della città e a tutti noti ovvero, Nike, Victoria’s secrets, Nespresso, Armani, Apple, Manila Grace.. oltre ai negozi ( che aprono le loro porte alle ore 10) vi sono tantissimi bar e ristoranti ( di tutti i tipi quali esempio spagnolo, argentino, cubano, giapponese, italiano) che accomodano i loro clienti in comodi tavolini all’aperto. La domenica vi è un bellissimo mercato della frutta verdura e artigianato. Passeggiare lungo la Lincoln Road è rilassante, soprattutto all’ora del tramonto quando il sole calante allunga le ombre della palme, quando la gente si concede un giro di shopping dopo essere stato in spiaggia e i loro volti sono ancora illuminati dal sole preso.
  • Bayside Market: a questo posto le guide più comuni non dedicano troppa enfasi ,eppure a me piace da matti e tutte le volte che ho visitato Miami vi sono andata più volte sia di giorno che di sera. Se il vostro alloggio è sulla Washington o sulla Collins , potete raggiungere il Bayside Market anche grazie ai numerosi autobus che collegano Miami Beach con Miami Downtown ( ad esempio il 120 vi lascia proprio li di fronte scendere alla fermata Byscayne Bd & NE 5 street) in alternativa potete usufruire dell’efficiente servizio di uber ( vi lascio un link per approfondimenti….) o dei taxi ed infine se alloggiate nella zona di South Beach ed è giorno, vi assoluto raccomandi di prendere le bici e raggiungere questo posto attraversando la lussureggiante Venetian Way o la più trafficata MacArthur Causeway (anche se vi sono in entrambi i lati larghe piste ciclabili divise e distinte dalla parte percorsa dalle auto). Il Bayside Market è un mercato che si affaccia sul porto di Miami ed è proprio cge la sua location che a me piace tanto. Oltre ai numerosi negozi, ogni giorno potete trovare bancherelle e stand che vendono gadget di ogni genere, souvenirs e articoli di vario genere. Sotto ai porticati con vista laguna, vi sono poi bar e ristoranti: consumare un pasto con vista yatch e grattacieli brillanti al sole è uno dei più belle viste che Miami vi può offrire senza alcuna difficoltà. Spero che la foto qui sotto possa rendere l’idea. Bayside Market è aperto anche di sera con orari diversi ( controllate nel sito per essere sicuri https://www.baysidemarketplace.com/ )
  • Ocean Drive: Se vi trovate a Miami Beach, una passeggiata sull’ Ocean Drive sarà sicuramente una delle cose a non potreste rinunciare. Questa famosissima strada è il simbolo per eccellenza con la quale si rappresenta Miami Beach: da un lato il mare, le palme e giovani che giocano a beach volley o che corrono con i roller ai piedi, dalla parte opposta strutture in stile Art Decò, che di sera si illuminano di mille colori e che ospitano ai piani terra ristoranti e negozi di souvenir e ai piani superiori stanze di appartamenti o hotel. Quest posto penso sia da far rientrare nella lista delle “cose da vedere a Miami” non tanto per quello che offre, poichè non è altro che una strada a senso unico di circa 2 km, ma per l’occasione che offre. Camminare sull’ Ocean Drive è come essere catapultato per un istante, in una scena di qualche film americano. Vi basteranno soli 10 minuti per vedere almeno una modella o un modello impegnati in uno shooting fotografico, ricchi personaggi svoltare appositamente lungo la strada per mostrare senza umiltà la loro nuova e sfiammante e costosissima automobile dotata di ogni incredibile accessorio (fra i più gettonati vi sono cerchi in lega colore oro ed impianti stereo capaci di fare vibrare l’asfalto con la potenza dei loro bassi) ed infine musica di ogni genere che accompagna l’ uscita dalle cucine dei locali a bordo strada, di esagerate porzioni di cibi e drink. Si avete capito bene l’Ocean Drive è la strada dell’ostentazione e dell’esagerazione il che potrebbe non piacere ma è anche vero che se siete capitati in Florida non è certo per vivere una semplice vacanza in tranquillità. Non c’è un momento migliore per camminare lungo l’Ocean Drive. A mio avviso però il momento più bello per una camminata lungo questa famosa via, dove all’altezza della 12esima strada potete trovare anche la villa di Versace, è il tramonto: forse perché è il momento di massima affluenza poichè la gente rientra dalla spiaggia e dove la luminosità abbagliante del sole inizia a calare donando al cielo una tonalità quasi rosa.
Ocean Drive e palme che si accendono al calar del sole
  • Percorrere con una bici la Miami Beach Broadwalk: Questo posto imperdibile di Miami sono sicura che non lo troverete in nessuna guida. Non è infatti una parte definita della città, non è neanche un punto preciso o un’attrazione che una guida può proporvi. Tuttavia, imbattutami per caso un giorno che gironzolavo a piedi da sola, è una delle cose che più vi consiglio di fare durante la vostra vacanza a Miami. La Miami Beach Broadwalk è il sentiero in parte asfaltato ed in parte di legno che costeggia tutta la striscia di spiaggia e che separa quest ultima dai bellissimi hotel che si susseguono da South Beach fino a salire prima a Middle-Beach ed infine a North Beach. Più si sale più le strutture alberghiere diventano quasi dei veri e propri villaggi con piscine enormi e musica a tutte le ore. (A tal proposito vorrei aprire una piccola parentesi: attenzione quando dovete scegliere l’alloggio della vostra vacanza e per questo vi rimando al mio articolo sulla scelta degli alloggi a Miami). Ok torniamo a noi, la Miami Beach Broad Walk è percorribile sia a piedi sia in bici: io personalmente vi consiglio la seconda opzione. Noleggiare una bici è facilissimo: potete farlo tramite le bici messe a disposizioni dal Governo con noleggio a 6 dollari all’ora (e cosa importante vengono addebitati solo i minuti effettivi di utilizzo e non come spesso capita tramite arrotondamento per eccesso) oppure potete recarvi presso i tanti punti noleggio che trovate sia sulla Collins (questi ultimi sono un po più cari ma qui potete scegliere diverse tipologie di biciclette). Provate l’ebbrezza di pedalare respirando il profumo di Oceano, osservate la bella vita dei turisti in vacanza a Miami.
  • Everglades: questa è un classico. Una vacanza a Miami , se almeno il vostro soggiorno dura oltre 2/3 giorni non può non essere conclusa senza una visita al Parco naturale delle Everglades. Si tratta di una riserva di paludi che si estende sull’estremità meridionale dello stato della Florida e che ospitano mangrovie costiere, paludi ricoperte di cladium e pinete che danno rifugio a centinaia di specie animali in particolare numerose specie di uccelli e i famigerati alligatori, tartarughe liuto e lamantini dei Caraibi. Come visitare questa zona? Dipende dal tempo a disposizione e dal tipo di vacanza che decidete di fare e soprattutto se avete o meno una auto a disposizione per organizzarvi in modo autonomo il vostro viaggio. Ben consapevole che questa zona è molto interessante e meriterebbe una visita di un’intera giornata, io , in entrambe le volte che ci sono andata, ho sempre gestito la mia visita attraverso un tour guidato: 25 dollari il prezzo medio compreso il pick up dall’hotel, l’ingresso al parco, un giro in idrovolante e lo spettacolo finale ( quest ultimo niente di che ma dal momento che è compreso..).
  • Metromover Miami: a Miami c’è un particolare mezzo di trasporto pubblico completamente gratuito e che vi permetterà di raggiungere le zone principali della Down Town stando seduti su un moderno metromover, ovvero un trenino elettronico che viaggi per binari che passano affianco ai grattacieli. Esatto i binari costeggiano gli edifici e questo rende il viaggio in metromover come un’ ottima opportunità per visitare ogni angolo della città. Il servizio prevede 3 circuiti, l'”inner”, l'”omnia” ed infine il “Brickell” e attraverso il cambio nelle svariate stazioni è possibile raggiungere diverse attrazioni della Miami città: alcuni esempio il Museo storico del Sud della Florida, Bayside Market, L’American Airline Arena ed il Museo d’Arte di Miami. Il  Metromover è attivo dalle ore 5:00 alle 24:00, tutti i giorni della settimana, con una frequenza di 1,5 minuti in ora di punta e di 3 minuti il resto del giorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *